lunedì 24 settembre 2012

Caponata siciliana


Più sotto la traduzione in italiano

Caponata siciliana e destul de cunoscuta, fiind un fel de mancare traditional, o gustare care nu lipseste niciodata din meniul restaurantelor tradizionale de pe insula.
Nu se pune pe paine ca zacusca, se serveste pur si simplu ca gustare alaturi de alte bunatati puse pe platouri care umplu masa in astfel de restaurante.
Daca n-ati mancat niciodata, va sfatuiesc  s-o faceti. O s-o gustati si apoi  o s-o refaceti. Garantat!
Reteta mea e de la o siciliana doc. Am gustat, mi-a placut, am cerut reteta si de cativa ani tot o fac.
Asa ca dimineata devreme, impreuna cu mama, am plecat la piata dupa ingredientele necesare.
Primul lucru pe care l-am facut cand ne-am intors, a fost sa punem la fiert rosiile pentru sucul de rosii. Voi puteti sa-l facetui cu o zi inainte, asa incat sa micsorati timpii.
Avem nevoie de 3 kg de rosii pentru suc, cateva tije de telina cu frunze cu tot,vreo cativa morcovi, vreo doua trei cepe (depinde cat de mari sunt), patrunjel, busuioc, sare, piper. Se pun toate ingredientele in oala taiate grosolan. Rosiile le-am lasat intregi pentru ca erau micute tip cherry, dar anume pentru suc. Pe cele mai marisoare numai le-am taiat in doua.
Se lasa la fiert, iar cand morcovul e fiert, inseamna ca  putem sa incepem sa separam pulpa de seminte si de coji.
Pulpa de rosii obtinuta o punem intr-o oala, adaugam ceva ulei extravirgin de masline (cam 100 de ml) si lasam sa scada putin, sa se ingroase. La final gustam de sare si piper.

Ingrediente pentru 8 borcane de caponata, de circa 580 de gr:
7 vinete (circa 3,5 kg fara cotor)
5 cepe mari (circa 1 kg – ceapa curatata)
tijele de la o telina mare,  numai partea verde, fara frunze (circa 625 gr)
125 gr capperi
285 gr masline verzi (cantarite fara samburi)
circa 8 polonice de suc de rosii preparat in casa (preparat cum am scris mai sus)
275 ml de otet in care am topit cateva linguri bune de zahar (dupa gust)
ulei pentru fript

Vinetele se spala, se taie cotorul (am taiat mai intai toata partea verde, in asa fel incat sa nu tai foarte mult din vanata cand tai cotorul) si se taie bucati nu drept mici.
Se pun intr-o strecuratoare incapatoare, se presara cu sare mare si se lasa la scurs timp de o jumatate de ora. O sa vedeti ca lasa apa inchisa la culoare.
Odata trecut acest timp, vinetele se clatesc si se pun pe un prosop de bucatarie curat, la uscat.
Se frig apoi in ulei bine incins si se pun la scurs pe o farfurie cu hartie absorbanta.
Ceapa se taie julienne si se fierbe. Se pune in oala in momentul in care apa incede sa fiarba. Se lasa la scurs pe o strecuratoare.
Un pont ca sa nu plangeti prea tare cand taiati ceapa: pe masura ce o curatati, puneti-o asa intreaga intr-un castron cu apa rece. Apoi taiati-o.
Tijele de telina (fara frunze) se taie bucatele (nu mici, ci felii pe lungimea tijei), se pun in oala cand apa incepe sa fiarba si se fierb cateva minute. Deci nu fierte de tot, ca doar nu ne trebuie pireu. Se lasa la scurs pe o strecuratoare.
Intr-o oala/cratita  incapatoare se pun vinetele fripte, ceapa si telina fierte si scurse bine, maslinele (fara samburi), capperele desarate initial intr-un pahar cu apa si scurse.
Se adauga sucul de rosii si se amesteca totul cu grija, la foc poltrivit.
Se amesteca otetul cu zaharul intr-un ibric si se pune la topit la foc mic. Se amesteca pana ce zaharul se topeste.
Se ia de pe foc si se pune peste celelalte ingrediente. Se lasa pe foc sa se combine aromele si sa scada putin lichidul, circa 10 minute.
Le-am sterilizat apoi cu metoda mamei. Adica:
Se pune caponata fierbinte in borcane, se inchid si se pun in tava de la cuptor. Adaugam  apa fierbinte in tava (apa trebuie sa aiba aceeasi temperatura cu cea a borcanelor) si dam la cuptorul preincalzit la 180 de grade timp de 45 de minute.
Se opreste focul si se lasa borcanele in cuptor pana a doua zi cand s-au racit complet.


Pofta buna!

ITALIANO

Sicuramente molti di voi  conoscono la caponata siciliana, ma forse pochi hanno provato a farla in casa. Per mancanza di tempo o per altri motivi.
Io vi posso assicurare che c’è una differenza notevole fra quella comprata (e qui riconosco che non l’ho mai comprata, ma ho avuto l’occasione di assaggiarla) e quella fatta in casa con prodotti freschi, senza vari conservanti.
Questa ricetta appartiene a una siciliana doc, nostra amica, quindi non si può sbagliare.
Quindi, con la lista degli ingredienti in mano, la mattina presto, sono andata assieme a mia mamma al mercato, per comprare il necessario per la caponata.
Una volta ritornate, la prima cosa che abbiamo fatto, è stata di mettere su il sugo di pomodoro.
Se voi potete farlo il giorno prima, è ancora meglio. Accorciate i tempi.
Quindi, per il sugo servono 3 kg di pomodoro, sedano (anche le foglie), carote, cipolla, prezzemolo, basilico, sale, pepe. Si taglia tutto grossolanamente (i pomodori si lasciano interi, solo quelli più grandi li ho tagliati a metà) e si mette il tutto a bollire.
Quando le carote sono morbide vuol dire che possiamo incominciare a passare il tutto a passaverdure, in modo da separare la polpa dai semi e dalla buccia.
La polpa ottenuta si mette in una pentola, si aggiunge del olio extravergine di oliva (circa 100 ml) e si lascia ritirare a fuoco piano. Si regola di sale e pepe.

Ingredienti per 8 barratoli di caponata, di circa 580 gr:

7 melanzane (circa 3,5 kg senza il torsolo)
5 grosse cipolle (circa 1 kg già pulite)
1 gambo di sedano grande (circa 625 gr senza foglie)
125 gr capperi
285 gr olive verdi (pesate senza nocciolo)
circa 8 mestoli di sugo di pomodoro fatto in casa (preparato come scritto sopra)
per l’agrodolce - 275 ml aceto e qualche cucchiaio di zucchero (in base al vostro gusto)
olio per friggere

Lavare le melanzane, tagliarle a tocchetti non troppo piccoli e metterle in uno scolapasta cosparse di sale grosso. Si lasciano scolare per circa 30 minuti.
Passato questo tempo si lavano e si mettono ad asciugare su un canovaccio pulito.
Si friggono in abbondante olio e si mettono da parte.
Tagliare le cipolle  a julienne ,metterle a bollire (quando l’acqua bolle), poi scollarle e  metterle da parte.
Un trucco per non piangere troppo quando tagliate le cipolle: man mano che si puliscono, mettetele cosi intere pulite in un recipiente con acqua fredda. Poi tagliatele.
Tagliare il sedano a pezzetti, sbollentarlo per qualche minuto, scollarlo e metterlo da parte.
In una pentola/casseruola capiente si mettono le melanzane fritte, le cipolle bollite e ben scolate, il sedano sbollentato e ben scolato,le olive denocciolate e i capperi dissalati e strizzati.
Si aggiunge il sugo di pomodoro, si mescola con attenzione e si mette il tutto a fuoco moderato.
Per l’agrodolce, si mette l’aceto in un pentolino con lo zucchero e si riscalda sul fuoco piano, mescolando finché lo zucchero non si è sciolto. Si aggiunge poi ai altri ingredienti, si mescola e si lascia ritirare il tutto per circa 10 minuti.

La sterilizzazione l’ho fatta con il metodo di mia mamma. Cioè:
Si mette la caponata bollente nei barratoli, si chiudono con i coperchi e poi si mettono nella teglia da forno.
Si aggiunge del’acqua bollente in modo da coprire tutta la superficie della teglia (l'acqua deve avere la stessa temperatura dei barratoli) nella teglia e si mette nel forno (preriscaldato) a 180 gradi per 45 minuti. Ci deve essere sempre l'acqua nella teglia, quindi ogni tanto si controlla.
Poi si spegne il fuoco e si lasciano i barratoli dentro al forno fino al giorno dopo quando saranno completamente freddi.
Buon appetito!



52 commenti:

  1. L'estate sotto vetro per riportare il sole in tavola anche in inverno :) L'adoro. Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!
      Con le conserve si lavora molto, ma la soddisfazione e tanta quando d'inverno si mangiano tutte queste bontà! Buona settimana anche a te, Fede!

      Elimina
  2. Foarte buna si gustoasa...caponata! Se aseamana putin cu zacusca noastra, dar imi place tare mult si varianta ta:)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pai dupa zacusca trebuia sa fac si caponata, nu?
      Merci Maria, ma bucur ca-ti place!

      Elimina
  3. ceva gen zacusca sau ghiveci,,,,,tare buna!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un aperitiv ce se mananca ca atare, adica nu se pune pe paine. Dar extrem de bun!
      Multumesc Mirela!

      Elimina
  4. Neaparat trebuie sa-mi intreb sotul daca a mincat si daca-i place... Mie sigur imi place, asa ca servesc de la tine, dar am sa pun pe o feliuta de piine, hi, hi,,, asa mai romaneste... Pupici !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eu zic ca sigur a mancat sotul tau!
      Te servesc cu placere, cu doua felii, nu numai cu una!

      Elimina
  5. OMG wonderful blog :D and beautiful photos **New Follower**
    Bookishtimes.blogspot.co.uk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you so much for your visit!
      I'm so glad you like my blog!

      Elimina
  6. Fantastica davvero e poi i tuoi vasetti sono bellissimi!

    RispondiElimina
  7. Bellissimi i tuoi vasetti! E poi la caponata è un piatto fantastico! Complimenti per il blog!

    RispondiElimina
  8. Grazie e benvenuta Beatrice!

    RispondiElimina
  9. Asa mama,asa fiica!Nu va dezminteti nici in vacanta,cand lumea s-ar gandi doar la soare si mare!
    Si mama mea face multe,nu si eu,caci la ce legume,destul de fade la gust gasesc pe aici,n-are rost,pentru ca oricum n-ar avea gust autentic.Am mai zis eu ca invidiez fetele din Italia si Spania pentru fructele si legumele lor.Eu de-abia acum,la sfasit de toamna,am dat de niste rosii care semanau cat de cat la gust a rosii.

    Bravo,bravo si-nca odata bravo de la Ellani!

    P.S Felicitari pentru cartea-premiu,care-a ajuns exact la cine trebuie!Stiu sigur ca vei face multe de-acolo,caci din cate am inteles,trebuie rabdare si talent,si cum tu le ai pe ambele din plin....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cand am inceput sa citesc mesajul, nu stiu de ce, gandul mi-a zburat la tine. Si asta pana sa ajung sa citesc cine l-a scris.
      Multumesc mult Ellani, sa stii ca am avut timp si de plaja si de mare, dar nu puteam sa nu fac ceva conserve, avand in vedere ca era si mama aici si am profitat ca sa zic asa de indemanarea ei si de faptul ca e priceputa in toate. In plus, avand fructe din gradina de la noi, ar fi fost chiar pacat sa nu facem dulceturi de ex.
      Caponata as putea s-o fac in orice perioada, ca se gasesc mereu cele necesare.
      Pacat ca nu gasesti la tine legume si fructe pe gustul tau. Daca ai posibilitate poate iti plantezi ceva tu, cel putin stii ce mananci.

      Cartea e minunata, abia astept sa mai fac ceva din ea. Sarumana de toate vorbele frumoase, multumesc mult mult de tot!

      Elimina
  10. Nu am mancat niciodata,dar imi place asa mult cum arata.Tare as vrea sa gust si eu.
    Te pup!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si inca pozele nu au iesit prea bine, dar asta e!
      Merci mult!

      Elimina
  11. Vai Any ce-mi faci tu mie!Abia am terminat de dus ultimele borcane in beci.Dar doua borcanele langa antipastul calabrez, ar merge si ceva sicilian!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eiiii si eu aveam in plan antipastul calabrez, insa pot sa-l fac si de-acum incolo, sa-mi mai revin un pic la normal.

      Elimina
  12. Bravo Any. Frumoasa prezentare. Eu inca ma mai intreb cand ai tu timp sa faci toate bunatatile astea. Wonder Cook, nu alta! :) Pupici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merci Diana, am renuntat la mare cat am facut conservele, dar nu regret pentru ca la iarna o sa ne bucuram de ele din plin! Si nu numai noi, ci si cei care ne vor calca pragul.
      Te pup, numai bine!

      Elimina
    2. Cred ca ma pregatesc de calcat pragul, ca prea multe bunatati ai tu în camara! Prea multe!!!! Ai nevoie de ajutor :D
      Te pup!

      Elimina
    3. Ahahahaha! Vino draga mea, ca doar chiar ce ma gandeam mai-nainte ca am o gramada de borcane si nici nu mai stiu pe unde sa le pun. Anul asta ne-am facut de cap cu mama, am facut mai mult ca niciodata.
      Si mai vroiam sa fac altele, ca parca nu-mi ajung niciodata, vreau cat de multe conserve!

      Elimina
  13. Super delicioasa! te pup draga mea!

    RispondiElimina
  14. Chissà che bontà!! se ne può avere un vasetto??!! complimenti, un saluto Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Cinzia e benvenuta!
      Te lo offro volentieri un vasetto!

      Elimina
  15. Tu sei troppo gentile! Grazie!

    RispondiElimina
  16. come siamo messe qua??? per avere un vasetto??
    nel frattempo...preparati per http://www.archcook.com/2012/09/sapori-di-fine-estate-andiamo-di.html
    a prestissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta nella mia cucina e grazie per l'invito!

      Elimina
  17. Pe mine m-ai convins!Am salvat reteta!

    RispondiElimina
  18. Bravissima Any, la adoro!!!!! Un delizioso raggio di sole per il prossimo inverno!

    RispondiElimina
  19. ora anche io imparerò a fare una caponata come si deve, bella l'idea di tenerla pronta tutto l'anno mettendola in conserva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce la goderemmo quest'inverno quando l'apprezzeremo ancora di più!
      Grazie mille Gunther!

      Elimina
  20. Quanto desidererei assaggiarla! Sembrerà strano ma ne ho sempre sentito parlare e non l'ho mai provata! Detto fatto.. segno subito la tua squisita ricetta e mi cimenterò!! :) Sei troppo brava e ti seguirò volentieri anche io! Un abbraccio grandissimo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La devi provare almeno una volta e se la fai tu in casa, vedrai, ti piacerà tanto!
      Benvenuta Ely e a presto!

      Elimina
  21. ti è venuta perfetta...ti ruberei volentieri un vasetto!
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  22. Quanto lavoro c'è dietro... Peró che bellezza aprire quei vasetti in inverno e trovarci tutti i profumi dell'estate... Complimenti Any!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero...tutte le conserve hanno un grande lavoro dietro, ma la soddisfazione e grandissima!
      Grazie mille e benvenuta, Giada!

      Elimina
  23. Ho la fortuna di avere una mamma siciliana per cui non ho mai assaggiato una caponata industriale... però non sapevo che si potesse anche conservare, grazie per quest'idea utilissima!!

    RispondiElimina
  24. Sto facendo un giretto nel tuo blog.....che fame!!!!

    RispondiElimina
  25. bravo tie ca reusesti sa conservezi atatea! vreau sa fac si eu ca tine Any!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nu-i greu Vica! Hai ca stiu ca poti!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...